giovedì 31 marzo 2011

Cajeta tarte ( torta di sfoglia e dulce de leche con mandorle)



Parlando di cibo, non tutti gli americani vengono per nuocere.
Qualcuno c'e' che non metta il ketchup nelle lasagne, che non pensi che la pizza si compri solo surgelata, e che non immagini  il tonno come un pesce a forma di tozzo cilindretto.
Magari poi la stessa persona fa la vegetariana a tratti, non mangiando le bistecche al barbecue perche' la vista del sangue mi fa pensare a quella povera bestia e sto male, per poi entrare allegramente da McDonald's e addentare un hamburger con estrema tranquillita'.
E allora, qui la bestia non ti fa pena? Si, ma non si vede il sangue, non sembra un pezzo di animale.
Ok, perfetto, mi tappo la bocca o non la finiamo piu'.
Pero' lo ammetto, cucina piuttosto bene, ed e' l'unica nella cerchia di amici e conoscenti da cui persino quel talebano del cibo di mio marito vada volentieri.
Amore, B. ci ha invitato a cena, cucina sudamericana stavolta.
Mi guarda un po' dubbioso.
Oddio, sara' tutto piccantissimo!
Un po' ammetto di averlo pensato anche io, per poi scoprire che ci sbagliavamo di grosso.
Una cena deliziosa, ben presentata, curata in ogni minimo particolare.
Compagnia divertente, ed anche il talebano scrutato di nascosto mostra una certa soddisfazione.
Cibo buonissimo, e gia' ho adocchiato in cucina il dolce splendido con cui finiremo la serata.
Quindi tutto perfetto.
Fino a quel momento.
La padrona di casa si alza in fretta, come se avesse dimenticato qualcosa, e torna sorridendo con una pila di fogli di carta tra le mani.
Mi chiedo se abbia intenzione di farci scrivere un review su cio' che abbiamo mangiato, ma la realta' anche in questo caso supera, e di gran lunga, la fantasia.
Let's sing!
Spero di aver capito male, mentre mio marito sono certa speri di diventare di colpo muto: per quale diavolo di motivo dovremmo cantare???
Ah si, per fare atmosfera. La serata e' sudamericana, quindi dalle casse del suo Ipod cominciano ad arrivare le note di una serie di canzoni tipiche. Riconosco solo Cielito Lindo, ma per le altre non ci sono problemi: i fogli di carta vengono diligentemente distribuiti a tutti, con il testo di ciascuna canzone.
Non abbiamo scampo.
Mi sento francamente una deficiente, e medito che il fatto di essere astemia in queste condizioni sia proprio un imperdonabile difetto.
Noto che con il piglio dell'insegnante non ha omesso di allegare anche la traduzione in inglese, e mi chiedo se alla fine verremo interrogati.
No, non siamo stati interrogati, e mio marito ha fatto pure tanto di controcoro.
Certo che fatica, arrivare finalmente al dolce.
E devo anche aver cantato male, vista la misera fetta che mi e' toccata :-)

Dunque, non vi chiedo di fare questo dolce. Vi imploro.
Fosse solo che per avere la ricetta ho dovuto pure cantare!
Sorprendentemente, le mandorle tostate tagliano la dolcezza del dulce de leche in maniera inaspettata, ed il tutto racchiuso nella crosta di sfoglia si trasforma in uno dei dolci piu' buoni che abbia mai assaggiato.
 Di una semplicita' disarmante,  lo consiglio anche a chi abbia poca dimestichezza in cucina ma voglia comunque fare un figurone: risultato assicurato.
E siate generosi, con le fette ;-)



CAJETA TARTE ( per un dolce di circa 30 cm di lunghezza e 14 cm di larghezza)

250 g di pasta sfoglia (circa) o finta sfoglia
un barattolino di latte condensato da 397g da cuocere e trasformare in dulce de leche, oppure del dulce de leche acquistato
100 g di mandorle
un albume, solo per spennellare
salsa al cioccolato per servirla, addizionata di un pizzico di peperoncino, se piace


Per prima cosa, a meno che non lo si sia acquistato, preparare il dulce de leche: prendere una lattina di latte condensato, e rimuovere la carta che la ricopre.
Se avete la pentola a pressione, come me che ho utilizzato la mia favolosa Acticook della Lagostina, mettete il barattolo in pentola senza aprirlo, copritelo completamente di acqua in modo che sia sommerso, chiudete e fate cuocere 30 minuti dal sibilo.
A cottura ultimata toglierlo dalla pentola e farlo raffreddare prima di aprirlo.
Se non avete la pentola a pressione, mettete il barattolo in una pentola senza aprirlo, copritelo con acqua in modo che sia del tutto sommerso e fate cuocere circa 3 ore e mezzo dalla bollitura.
Scolarlo subito dalla pentola ( o continuera' a cuocere) e farlo raffreddare prima di aprirlo.




Tostare le mandorle a 170 gradi per circa 13 minuti e tagliarle in pezzi grossolani nel mixer con funzione pulse o con la mezzaluna.
Mescolare le mandorle al dulce de leche e lasciare da parte.
Non assaggiate, fidatevi. Non volete che poi vi manchi per il dolce, vero? ;-)
Stendere la pasta sfoglia in un rettangolo circa 30 x 28 cm, ad uno spessore di 4 mm.
Dividere il rettangolo in due in modo da avere due strisce, su una versare il ripieno a cucchiaiate, lasciando alcuni cm liberi ai bordi. Sull'altra praticare dei tagli orizzontali.


Ora spennellare i bordi di albume e sovrapporre la parte con i tagli a quella con il ripieno, premendo moooolto bene per farle aderire. Rifilare i bordi. Premere nuovamente i bordi per assicurarsi una chiusura perfetta.



Spennellare tutto il dolce con l'albume rimasto, e cuocerlo in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 25 minuti, o comunque finche' la sfoglia sara' gonfia e dorata.
Servire tiepido o a temperatura ambiente, con della salsa al cioccolato.


Ed a proposito di pentole a pressione, ve lo ricordate si il contest di Genny, con in palio un premio bellissimo? Su, che siamo vicini alla scadenza!!! :-)

NOTE:

- il dulce de leche puo' essere preparato anche con due settimane di anticipo e tenuto in frigo.

126 commenti:

  1. Deve essere deliziosa!!
    Complimenti come sempre.

    RispondiElimina
  2. ah grande araba...volevo provare il dolce di leche da tantissimo, adesso colgo l'attimo e lo schiaffo nella pasta sfoglia, non posso non provare un dolce così! bacioni

    RispondiElimina
  3. Ma il caldo da' proprio alla testa da quelle parti?! Povera Stefania ;) cantare nooo, sarebbe troppo pure per me che l'ho studiato e non sono nemmeno astemia...
    Che ridere pero', e che dolce che hai scoperto, facile e delizioso finisce nella lista delle ricette che devo assolutamente provare.
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. direi che cantare è stato un sacrificio minimo se poi sei stata premiata con questo! (certo se fossi stata un po' brilla sarebbe stato meglio..;)!)
    ho una barattolino di latte condensato fermo in dispensa da un po'...quasi quasi :P

    ciao buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Quando arrivo la mattina sul tuo blog so già in anticipo che riderò

    RispondiElimina
  6. E' vero, è molto semplice da realizzare.
    Cosa mi consigli di canticchiare mentre lo preparo???? IH!IH!IH!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  7. E certo che lo faccio questo dolcino, troppo facile per rinunciare!!! E tu la prossima volta impegnati a cantare meglio così la tua porzione di dolce sarà abbondantissima!!!!

    RispondiElimina
  8. Non sai cosa darei pur non conoscendovi...per vedere le vostre espressioni alla consegna dei fogli! :P
    Se leggermente ho intuito qualcosina di voi...mi sa che 'è stata davvero dura!'
    Avete tutta la mia comprensione! :P
    Il dolce invece...è certamente una dolce con il controcanto, vero?! :P ahahahahahahaha
    PS
    Sorry, mi è uscita così e non ho avuto il coraggio di censurarla...

    RispondiElimina
  9. Mannaggia le tue preparazioni mi conquistano sempre..ma come si fa..ora mi tocca preparare anche questo!!! Ormai devo dire addio alla prova costume :(( Bacioni buon we

    RispondiElimina
  10. mmm che bontà!adoro il dulce de leche!

    RispondiElimina
  11. Oddio, era meglio se non aprivo il tuo post! Che gola:((
    Bacione

    RispondiElimina
  12. Certo dopo un bicchierino o due magari la cantatina ci stava anche bene...per fortuna non vi ha chiesto di ballare!! ;) Scopiazzo impunemente come al solito...buona giornata ciao

    RispondiElimina
  13. Grazie di questa portentosa visione mattutina :)

    RispondiElimina
  14. Il dulce de leche nella pentola a pressione è una vera chicca... il dolce è una favola!
    I tuoi racconti di vita sono stupendi, anche quando vado di fretta non resisto... li devo leggere!
    Bravissima davvero! *-*

    RispondiElimina
  15. va beh dai il premio c'è stato alla fine! di sicuro a me non avrebbero fatto cantare perchè stonata come sono mi avrebbero subito espulso dal paese!

    RispondiElimina
  16. ma che meraviglia... speciale questo dolce, complimenti...

    RispondiElimina
  17. Grande Araba! Questo dolce è una tentazione pura per me, e per una fetta così una cantatina me la farei pure io, il che è tutto dire perchè sono una campana! :))

    RispondiElimina
  18. Essere astemi è un difetto..comunque :)

    Bello il dolce.

    RispondiElimina
  19. Una bellezza !!!
    Ciao un saluto dsi viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  20. Carissima,
    vien fame solo a vedere le fotografie!!

    RispondiElimina
  21. E' un pò di tempo che leggo il tuo blog che, oltre ad essere una fonte inesauribile di ricette strepitose e dannatamente deliziose, mi rallegra con i tuoi racconti di vita.
    Le tue ricette sono decisamente "global"!!!
    Complimenti!!!
    ...e questo dolce....sento già il profumo uscire dal forno...da provare a brevissimo!!!
    Grazie dei tuoi consigli culinari e delle divertenti chicche.

    RispondiElimina
  22. Oddio non avevo mai visto/assaggiato una squisitezza del genere......ho la bava alla bocca!!!!!!!^^
    Flavia

    RispondiElimina
  23. E allora qui ci tocca farla.... visto che per conoscerla e presentarcela hai dovuto sollecitare le tue corde vocali non possiamo che ricambiare così :)
    A presto!

    RispondiElimina
  24. Beh, dai, bello cantare, basta farlo tutti insieme, sono i 'solo' che mi spaventano!!!

    Mipiace da matti il dulche de leche e la tua torta sembra troppo buona!

    ciao
    A.

    RispondiElimina
  25. Stefania, mi sono trattenuta dal ridere qui in ufficio davanti al monitor per non sembrare definitivamente una pazza perchè non ho potuto fare altro che immaginare i tuoi occhi (che già sono grandi visti in foto) occupare completamente la tua faccia in una espressione panico-basita. E' proprio vero che gli americani sono dei bambinoni in corpi di adulti, ma io mi sarei divertita, mi piace cantare e poi le canzoni latine sono così struggenti....Yo soy un hombre sincerooooooo.....(questa torta è da sturbo megagalattico...ho proprio un barattolo delixia da finire, faccio subito!). Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  26. Karaoke a sorpresa?!? Però dai, per avere la ricetta di questa squisitezza ne è valsa la pena!!!

    RispondiElimina
  27. stefania, il ketchup sulle lasagne è una di quelle cose che mi scatena l'orrore..... brrrrrrrrrrrrr
    quoto invece questa chicca!
    un bacione
    b

    RispondiElimina
  28. Che l'aspetto sia meraviglioso lo si vede dalle foto.. purtroppo il sapore lo posso solamente immaginare. Una bella idea, originale.. il latte condensato mi rimanda indietro nel tempo.
    Un bacione

    RispondiElimina
  29. oddio, io adoro il dulce de leche!!!!! me la segno subito!!!!

    RispondiElimina
  30. Mamma mia Stefania..pure adesso che ilmio livello vocale è un po' alterato mi cimenterei per la causa..scommetto che mi farebbe passare l'influenza all'istante, altro che tachipirina!!!Oggi senza quella fetente nausea dal mal di testa, ne sento il sapore in bocca!Starò guarendo?!

    RispondiElimina
  31. Abbiamo le lacrime agli occhi, come le racconti tu le cose sono talmente divertenti! Non serve implorare, ci hai messo addosso una curiosità che non vediamo l'ora di sperimentare questo dolce, lo immaginiamo buonissimo! Certo che la scena di quando la tua amica arriva con la pila di fogli ed esordisce con Let's sing è troppo spassosa!
    Baci e buona giornata
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  32. ohhhhhhhhhhh...........
    ............wowwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww!!
    che SPETTACOLO!
    sto sbavucchiolando....!!=)

    RispondiElimina
  33. Ahahahahahhh! Che brutta storia dover cantare "a forza": in Cina mi è capitato di dover intonare "Fratelli d'Italia" davanti ad un gruppo di 50 convegnanti provenienti da ogni dove perchè l'organizzatrice dell'evento aveva imposto a tutti di cantare una canzone della propria terra d'origine. Io non ero tra gli eletti (ero tra gli accompagnatori) ma per salvare mio marito (che avrebbe voluto vaporizzarsi all'istante) mi sono fatta forza... eravamo sposati da solo due mesi, eh!
    E non ho avuto nemmeno il dolce, ma solo una pecora arrostita INTERA e in posizione SEDUTA :-D Giuro!
    Baci
    cmdd

    RispondiElimina
  34. Se la signora sudamericana l'avesse chiesto a me, che sono cantautrice, sarei stata felicissima di cantare, ma comprendo l'imbarazzo generale!
    Però devo dire che ne è valsa proprio la pena! Quasi quasi lo realizzo anch'io per sabato, se mi dici che è buonissimo, visto che sono invitata a cena da amici! Un bacione e bravissima come sempre! :-)

    RispondiElimina
  35. .................sono svenuta!!!FA VO LO SA!!!!!! naturalmente copio!!!!!!!!!!complimenti!!!!

    RispondiElimina
  36. ma sembra facile facile questa ricettina! di grande effetto.. i tuoi racconti mi fanno sempre morire.. che personaggi che ti circondano! :-) beh almeno hai guadagnato una ricetta!!

    RispondiElimina
  37. Spettacolo! Quand'è che mi decido a fare il dulce de leche...sempre ricette eccellenti!
    Ps. per la cantatina...dai scommetto che sei stata bravissima! :)

    RispondiElimina
  38. nooooo il dulche de leche in pentola a pressione?!?!?
    devo trovare le lattine! qui trovo solo i tubetti da dentifricio..
    ;-)

    RispondiElimina
  39. mi fai morire dalle risate ogni volta!!!
    questa sfoglia è troppo buona.... :-)))

    RispondiElimina
  40. Un americana che sappia cucinare e quasi come veder piovere nel deserto, eppur succede!! Il dolce è davvero ottimo e di facile fattura. Scopiazzo

    RispondiElimina
  41. ma come faccio? Da quando ti frequento sul web non c'è ricetta che non vorrei provare, non ce la farò mai!

    RispondiElimina
  42. Mamma mia io non so cosa avrei fatto...forse mi sarei rifiutata...in queste situazioni mi sento veramente deficiente. Ma per questa ricetta....forse...
    Scusa ma te lo chiedo senza mezzi termini, la pasta sfoglia e' meravigliosa un po' "pesa", il dulce de leche e' da urlo ma un po' "peso" pure lui...non viene troppo dolce il tutto?

    RispondiElimina
  43. generosa con la mia fetta lo saro'di certo!!
    bacioni

    RispondiElimina
  44. ieri parlavo col mio boy del dulce de leche che abbiamo in dispensa e che dobbiamo consumare prima che scada..e poi arrivi tu con una super idea! Questa qui la faccio fare a lui, io farò la tua finta sfoglia! E sarò generosa elle porzioni ;)

    RispondiElimina
  45. Devo farlo..anzi lo farò..perchè hai fatto un grande sacrificio per noi!!!! ...io, da astemia avrei fatto finta di bere, avrei fatto finta di svenire sotto al tavolo..per poi riprendermi alla vista del dolce... :D

    RispondiElimina
  46. Dunque Stefania se ho capito bene posso usare anche il tubetto di latte condensato al posto del dulce de leche?? devo aggiungerci qualche ingrediente? devo riscaldarlo?

    RispondiElimina
  47. @ Ilaria : grazie!

    @ Sulemaniche: ;-)

    @ Katia: meno male che la pensi come me...

    @ FORTUNAZERO: giusto, bisogna guardare i lato positivo...

    @ Lidya: bellissimo complimento :-)

    @ Natalia: se canti viene meglio...;-)

    @ giulia pignatelli: ah no, ora che ho la ricetta non mi frega piu'!

    @ Gambetto: bellissimo!!! con il controcanto!!! la vado a rivendere a Robin :-)

    @ Le pellegrine Artusi: non direi, un pezzo piccolo, una corsetta, e il costume non piange ;-)

    @ Lady B.: siamo in due ;-)

    @ Oxana: ;-)

    @ Greta: vero!!!

    @ Letiziando: ma grazie a te!!!

    @ Sar@: troppo buona, grazie.

    @ lucy: non credere che io sia meglio...

    @ raffy: grazie :-)

    @ Kitty's Kitchen: ma il dolce non si offende...basta che canti, non importa come ;-)

    @ manineinpasta: lo dicono in tanti!!!;-)

    @ IVIAGGI DEL GOLOSO: grazie :-)

    @ iulia lampone: mille grazie :-)

    @ ste.lele: grazie a te, e benvenuta :-)

    @ cucino IO: credimi, ne vale la pena!!!

    @ Tery: vedi, sei comprensiva...:-)

    RispondiElimina
  48. @ Alessandra: per carita', e' farlo nel mezzo della cena che mi ha stupito...

    @ Patty: ma si, alla fine ci siamo divertiti anche noi...e' che siamo rimasti sorpresi!!!

    @ lerocherhotel: assolutamente ;-)

    @ Babs: grazie carissima!

    @ Valleaz: grazie :-)

    @ Dada flavors: mille grazie.

    @ Elena: ti ringrazio :-)

    @ una cucina a pois: non dirlo a me, impazzisco alla sola vista!

    @ Saretta: vedi, segni chiarissimi di guarigione!!!

    @ Luca e Sabrina: vi ringrazio.

    @ Imbini Pasticcini: :-)

    @ Cmdd: sono piegata in due a pensare alla pecora SEDUTA!!!!!!!!!!

    @ Le ricette dell'Amore vero: davvero? allora per te sarebbe stata una passeggiata! vedrai, e' ottimo!

    @ Federica: se lo prepari ti riprendi ;-)

    @ Passiflora: infatti!!!!

    @ kitchenqb: credimi, non e' un belllo spettacolo sentirmi cantare...

    @ Gaia: nemmeno alla COOP? li ho visto le lattine.

    @ Micaela: di piu', paradisiaca!

    @ valerioscialla: vedrai, e' buonissimo :-)

    @ Francesca V: cosa assolutamente reciproca :-)

    @ elenuccia: come dico nel post, le mandorle tostate cambiano il sapore del dulce de leche, e la sfoglia in realta' e' neutra. Certo non e' leggero, ma mica lo mangi da sola ( almeno spero :-)

    @ Mirtilla: ;-)

    @ Cleare: grazie! ma se non vuoi impazzire anche la sfoglia comprata va benissimo ;-)

    @ EliFla: rammentero' il tuo consiglio in futuro!

    @ titty: no aspetta, non mi sono spiegata: il latte condensato va prima assolutamente COTTO con uno dei due metodi che indico, e trasformato in dulce de leche. Al naturale non lo puoi usare. Un bacione!

    RispondiElimina
  49. Che goduriaaaaaaaaaaaaaa O_O
    bravissima baci baci

    RispondiElimina
  50. La ricetta è ovviamente di quelle da scippo!!! Però... ve lo siete proprio sudato il fine pasto ;)

    RispondiElimina
  51. Beh, se hai dovuto cantare per avere la ricetta, allora la devo proprio provare al più presto!

    RispondiElimina
  52. ehehe..mia cara quel bicchierino a volte fa la differenza..!!..no ma dico tu mi vuoi morta..è ovvio che mi segno anche questa..non può certo scappare..eccheccavoli!!!dopo il napoleone..!!è più o meno per 8 persone??..
    ciao ciao Morena

    RispondiElimina
  53. Grazie Stefania! mi piace troppo,poi ti mando la foto : )

    RispondiElimina
  54. noooooo ma che te lo dico a fare....! lo proverò senz'altro! Cielito lindo...la la la----!

    RispondiElimina
  55. Que Fantastica torta, se ve estupenda. Me encanta.

    Saludos

    RispondiElimina
  56. mi piace troppissimo questo dolce! in più ti dirò, che sono ancora qui che rido! ieri infatti sono andata ad assistere ad un piccolo concerto di una classe di canto di amici di mia figlia, a cui anche lei partecipa spesso, e ho sentito un'esecuzione di cielito lindo che, perbacco, è stata memorabile!! :-))) Però io non ho dovuto esibirmi con loro...... :-))))))
    Baci bella signora delle dune

    RispondiElimina
  57. Eh noooooo !!!! Adesso devo scegliere tra la meringa e la sfoglia con il dulce de leche... :-(

    Beh... tanto se fosse dipeso dalle mie capacità canore sarei finito.... A LAVARE I PIATTI !!!!
    HAHAHAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  58. Con una fetta di questo dolce, potrei svenire... buonoooooo!!!!!

    RispondiElimina
  59. lo sai, se parli di latte condensato a me.... non posso resistere!!!baciotti

    RispondiElimina
  60. Giuro, giuro, giuro: questo lo voglio proprio provare! Oups! Te l'ho già detto svariate volte? Ma vedrai che un giorno rifarò tutto: dai biscotti alla maionese, fino ai ceci tostati a questo... E sto dimenticando qualcosa... :)
    Beh, comunque la serata sembrava simpatica. Io adoro cantare!!! :)))
    Un bacione

    RispondiElimina
  61. Cara Stefy, riesci sempre a sorprendermi. Non avrei mai pensato che il dulce de leche racchiuso in una sfoglia portese essere tanto buono...ma se lo dici tu mi fido ciecamente e così farò finire anche questo nella lista delle cose da provare, senza dimenticare di scrivere che va servito solo dopo aver cantato tutti insieme e per benino almeno per una mezzoretta...
    Ci siamo coi tempi? forse è meglio aumentare i tempi dell'intervallo canoro? ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  62. Ho sentito il richiamo del dulce de leche...non posso resistere!!!!!
    Che buooooono!!!!!

    RispondiElimina
  63. Oddio, questo dolce mi ha colpito! Storia a parte, ma le parole non ci scrivi? ti canterei pure per una ricetta così semplice e sublime!
    Un grandissimo bacione

    RispondiElimina
  64. Ohmamma cosa non è quella fetta...si intravede il ripieno godurioso...potrei far follie per assaggiarla!

    RispondiElimina
  65. Per avere una ricetta così devi aver cantato benissimo, invece!
    Grazie di averla condivisa con noi...e soprattutto senza pretendere che ci mettessimo a cantare per averla ;)

    RispondiElimina
  66. sbadabammmm stavolta sono svenuta dal ridere un piccolo usignolo italiano che cantava per avere la ricetta... sei unica! ma questo dolve vale bene una cantata deve essere davvero strepitoso! baci

    RispondiElimina
  67. oh mamma... sembra uno di quei dolci che uccidono da tanto son buoni!

    RispondiElimina
  68. Ma dai! Il dulche si fa così?? Ti confesso che da quando ho provato il mou (quello con cui ho farcito il tuo pds) non riesco a scollarmelo dalla mente... chissà se andrebbe bene lo stesso...
    Guarda, mi fido sulla parola per quanto riguarda il dolce... se non altro per il sacrificio fatto per noi.
    E anche un po' per te, va! :D

    RispondiElimina
  69. In Spagna uno dei miei ristoranti preferiti era quello messicano e dove ovviamente non potevo sottrarmi alla cajeta, che in ognuno era presentata diversamente. Questa è un'altra versione ancora che devo aggiungere a quelle provate finora...ma prima o poi ci andrò in Sudamerica a mangiare quella vera!! :)

    RispondiElimina
  70. Che bontà Stefania,grazie!!! Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  71. nooooooo!!!!!troppo buffo!!!! almeno il dolce te lo sei meritato!!!! e che dolce!
    Avrei cantato anch'io!

    RispondiElimina
  72. Ma tutte tu le trovi queste donne!
    Per fortuna che poi qualcuna ti da anche delle ricette goduriose.
    Ho appena letto anche l'altro post e mi stava andando il te di traverso quando ho letto sulla nube, ma questi sono attentati!;-)
    Bravissima!
    Baci e a presto

    RispondiElimina
  73. la photo parle d'elle même il est superbe
    bonne soirée

    RispondiElimina
  74. Sei bravissima!!! Le foto delle tue delizie parlano e io non ho parole...ma il mio stomaco brontola...mangerei tutto.Complimenti.Sabry

    RispondiElimina
  75. fantastico!

    una domanda: ma lo posso fare anche se sono stonata come una campana? ;-)

    una domanda seria: non ho capito la tecnica del dulche de leche: il barattolo lo devo affogare chiuso o aperto?
    lo so che sembro idiota, ma non ho capito

    RispondiElimina
  76. ...araba, mi raccomando, eh? Che siano 397 gr di latte condensato; non uno di più, non uno di meno!!!
    :D :D :D

    Bacioni
    :)))))

    RispondiElimina
  77. Marvellous! E mi ha ricordato due cose. 1: avevo fatto il Dulce de leche - diverso, meno appealing - e non l'ho postato. Anzi non lo trovo più...2. Mentre eravamo a Stoccolma per il matrimonio tra una svedese e mio fratello maggiore, durante una cena pre-nozze, gli indigeni ogni tanto si alzavano in piedi e intonavano delle strofette..Vedi, diverse latitudini ma stesso amore per il canto! E noi basiti.

    RispondiElimina
  78. ammetto sinceramente.non ho nemmeno letto il post. mi è bastata la foto, e il titolo..ma che si fanno ste cose?:D madonna ..deve essere una meraviglia!(adesso vado a leggere:D)

    RispondiElimina
  79. ecco:d ho letto:D e come vorrei un video di te che canti cielito lindo:D

    RispondiElimina
  80. ho un problema apparentemente stupido, ieri sono andata al supermercato a comprare il latte condensato e il philadelphia per fare la tua magnifica torta con la sfoglia veloce, però il latte condensato ce l'avevano solo nel tubicino (la forma tipo dentifricio x intenderci=) col tappo in plastica e il tubicino tutto colorato bianco e blu(forse della nestlè) quello non può andare nella pentola a pressione...la plastica si scioglierebbe e i colori del tubicino pure!=( così sono andata in un centro commerciale ma ho trovato lo stesso tubicino.....=( crisi totale, come faccio Ste?!
    ormai ero gasatissima, di comprarlo già fatto non mi andava proprio....=((
    qualcuno sa dove posso trovare il barattolo di latte condensato a Milano?!
    grazie mille bacioni vale

    RispondiElimina
  81. Che bello! Ho giusto un barattolo di dulce de leche regalatomi dalla mia amica peruviana e che non sapevo come utilizzare! Grazie Arabellissima!

    RispondiElimina
  82. forse ho trovato una mezza soluzione...faccio il dulce de leche in casa!ho trovato una ricetta in internet, sembrerebbe che basta far bollire per un paio d'ore il latte intero con lo zucchero, una puntina di bicarbonato e volendo il glucosio e il gioco è fatto!...io ho tutto in casa!!=) certamente non verrà mai bello denso e buono come il tutto, però per ora è l'unica soluzione che ho trovato se non trovo il barattolo di latte condensato (che dopo provo a cercare al naturasi cmq!)!
    un bacione vale
    ps.poi ti racconterò...!ihihih!

    RispondiElimina
  83. Ciao!
    Sono arrivata da te girando per blogs di cucina e ti faccio i miei complimenti per il tuo!!
    Ho letto qualche ricetta e mi piacciono molto! Ti ho inserito tra i miei preferiti, se non ti dispiace:o)
    Io sono celiaca, ma per fortuna, esiste la pasta sfoglia senza glutine, così oggi provo questo dolce, che mi attira molto...adoro il dulce de leche (purtroppo..:oP)e poi ti farò sapere come mi è venuto!

    Ciao e a presto
    Anto:o)

    RispondiElimina
  84. carissima araba felice, finalmente prendo il coraggio di commentare ;D
    è da un pò che ti seguo e per me sei un mito, poichè non mi sentivo all'altezza (e non che adesso io lo sia) mi vergognavo di scriverti, questo dolce però è delizioso e voglio proporlo alle mie cucciole per cui ho deciso di ringraziarti e ti faro sapere ^^
    un abbraccio
    alessandra

    RispondiElimina
  85. Scusa, cara, ma qui la domanda mi sorge spontanea: tra "Torta Napoleone" e "Cajeta tarte", quanti quintali a testa pesate ora in famiglia? :-D

    RispondiElimina
  86. un vero colpo al cuore! ti prego dimmi però che, se lo faccio, non mi tocca cantare. no perchè farei il male del genere umano!!!!!
    :)

    RispondiElimina
  87. he he he immagino la faccia sbigottita quando hanno chiesto di cantare :-), prendila cosi doppo questa esperienza in arabia sei prosta a tutto :-)) la ricetta del dolce me la conservo

    RispondiElimina
  88. Guarda, purtroppo la foto non rende l'idea: http://2.bp.blogspot.com/_u60oAYFAecs/RweRz1V9ovI/AAAAAAAAAGo/jobVaddiJWs/s1600-h/DSCN6019.JPG
    Aveva ancora i denti!!
    E mentre la affettavano partendo dalla schiena.... oscillava tutta che pareva viva :-D
    Enjoy ;-)
    Baci
    Chiara

    RispondiElimina
  89. Come direbbe la raravis "assolutamente da porca figura"!

    RispondiElimina
  90. io quando lo faccio con le mele e la marmellata...mi cola sempre dai lati e lo sigillo sempre.Uffa. Però la mia ricetta di oggi è fantastica. Pasta al forno palermitana, ed io lo sono.

    RispondiElimina
  91. Questa me la segno...Chissà se quando andremo al super ad Ann Arbor. e di solito ci aggiriano come due profughe inseguite dai cani, riusciremo a trovare l'occorrente per fare questo dolce...perchè i dolci cerco di farli anche affrontando l'incognita dei forni sconosciuti!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  92. HIHI ...ma le trovi tutte tu, le stordite!! Ma non c'era un proverbio tipo..ch si somiglia, si piglia o roba del genere? ;-)
    Questo ..dulce de leche mi incuriosisce assai! Non l'ho mai mai assaggiato nè comprato nè.. manufatto, ma se dici che è così buono lo proverò. D'altronde...muffins can wait!
    Or do they....;-)

    RispondiElimina
  93. Ciao! un dessert dolcissimo e di una semplicità disarmante! da provare il duo del dolce du leche con il corccantino delle mandorle, il tutto in una sfoglia dorata!
    Eh si...questo và a ruba!!
    bacioni

    RispondiElimina
  94. IO TE L'AVEVO DETTO CHE VINCEVI TU L'MTC ....CONGRATULAZIONIIIIIII...ok gli scorpioni e la sabbia...ma per il cammello devo andare allo Zoo Safari di Fasano in Puglia...poi come lo trasporto???? :D

    RispondiElimina
  95. Arabaaaaaaaaaaaa congratulazioni per la vincita! Non ti nascondo che sono un tantino preoccupata per la ricetta di aprile ;-)

    RispondiElimina
  96. sarei diventato afono dall'imbarazzo!!
    eh eh eh certo la gente a volte ha delle idee davvero strambe...
    ottimo il dolce! buon we!

    RispondiElimina
  97. Allora o un paio di cose, anzi tre da dirti.
    1. questo dolce è semplicemente geniale e la spiegazione è semplicemente chiara, oserei dire "scolastica", che per quelle come me è manna dal cielo, proverò a fare il dulce de leche in versione sprint (perchè so che c'è anche una versione più lunga, senza il latte in polvere)
    2. Ma come!? Io ero corsa da te per festeggiare la tua splendida e meritata vittoria lillipuziana al MTC? E non c'è neanche un bicchierino analcolico (ho letto che sei astemia....)per festeggiare? Vabbè intanto mi congratulo lo stesso....brava arabaaaaafelicissima!
    3. Ieri ho lanciato il mio primo contest e mi farebbe piacere tu partecipassi, anche se a dire il vero non ho idea se l'ingrediente in questione sia reperibile negli Emirati, ma penso di si..il clima ci sta!
    Se vuoi sbirciare e passare parola...
    http://mammainpentola.blogspot.com/2011/04/fantasieper-il-mio-primo-contest.html

    Un bacione da Firenze!
    Claudia

    p.s. Mi unisco a Stella per la tua proposta d'aprile....abbi pietà!

    RispondiElimina
  98. @ ranapazza65: grazie!

    @ Francesca: puoi dirlo forte :-)

    @ Zia Elle: :-)

    @ Morena: si vai tranquilla, per 8 basta e avanza.

    @ Angela: :-)

    @ AckY: vedrai che sarà valsa la pena aver cantato :-)

    @ jose manuel: grazie :-)

    @ daniela: beata te :-))))

    @ JAJO: ahhhhhhhhhh...entrambi no????

    @ Kiara: no, fidati, ti riprendi ;-)

    @ Aria: lo so, lo so ;-)

    @ Robjana: ma si non era male...è stata più la sorpresa :-)

    @ viola: ahahahahahah mi fai morire!!! ma sono le mandorle che danno il tocco speciale ;-)

    @ piccoLINA: a chi lo dici...

    @ Giulia: con tanto di testo a fronte?????

    @ SImo: ;-)

    @ Patrizia. per carità, già ho patito tanto io, perchè far patire pure voi!!

    @ ELy: usignolo? un corvaccio, vorrai dire!

    @ Azabel: esattamente :-)

    @ ( parentesi culinaria): questo è il metodo turbo, poi ovviamente ci sono le ricette classiche che fanno bollire latte, panna, zucchero e bicarbonato..ma ci vuole parecchio tempo, che io non ho :-)

    @ Elel: infatti, ne esistono duemila versioni, come minimo...

    @ maria61m: ed io ricambio :-)

    @ Cannella: infatti non si è sottratto nessuno:-))))

    @ gloria cucè: ebbene si, tutte a me :-))) un bacione!

    RispondiElimina
  99. CIAO ...... dopo aver risolto il problema delle foto dal mio blog ... posso scrivere di nuovo e di visitare il tuo blog ..Come sempre io sono appassionato di dessert e dolci sono deliziosi semplice come questo .. baci MARIMI

    RispondiElimina
  100. Meravigliosa!La gastric band me la paghi tu,vero?
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  101. Non ci credo! Possibile che capitano sempre tutte a te!? Pure il coro alla fine della cena...incredibile! Vabbè, dai, sorridi...hai comunque vinto l'MTC di marzo!!!! Complimentoni!!!! E complimenti anche per questo dolce...il dulce de leche l'ho fatto stamani per la prima volta...e me ne sono innamorata alla follia! Lo userò senz'altro per preparare questa torta che mi sembra alquanto golosa!

    RispondiElimina
  102. @ Fimère: merci :-)

    @ Sabrina: ma no, sono solo golosa :-)

    @ La Gaia Celiaca: no, effettivamente non era specificato, il barattolo va lasciato chiuso quando viene bollito, ed aperto solo a raffreddamento avvenuto. Baci!

    @ Ziopiero: ahahahahaah stavolta non è colpa mia, è il peso scritto silla lattina!!!!! :-)))

    @ cristi: ah ecco, questa cosa del canto allora è più diffusa di quel che pensassi...

    @ Genny: è buonissima credimi!!! ma il video lasciamo perdere :-)

    @ Imbini Pasticcini: mannaggia, a Roma lo trovo alla COOP e a volte al Naturasì, magari dacci un occhio. Oppure si, come hai scritto puoi provare a farlo a casa, mi raccomando che non sia troppo liquido per il dolce...

    @ rosita: mille grazie!!!

    @ Anto :o) : grazie, e benvenuta :-)

    @ Mamma Papera: ma come non avevi il coraggio di commentare!!! Piuttosto fammi sapere se il dolce è stato di vostro gradimento :-)

    @ Lucia: ahahahaha eppure in casa siamo tutti magrissimi! ;-)

    @ Alice: su su che non ti tocca cantare ;-)

    @ Gunther: puoi dirlo forte :-)

    @ Cmdd. abbia pazienza, ma sono quasi svenuta!!!

    @ fantasie: parole sante ;-)

    @ monachella: il dulce de leche è più denso, cola meno ;-)

    @ Mammazan: lo so, che sei temeraria...

    @ Cinzia: no!!! il porverbio vale se la corrispondenza di amorosi sensi è reciproca, e in questo caso non lo è :-)))

    @ Manuela e Silvia: a ruba? di più ;-)

    @ EliFla: è vero ci hai azzeccato di nuovo!!! ti eleggo sacerdotessa dell'MT :-)))

    @ stella: grazie! preoccupata di non trovare cammello? ;-)

    @ Gio: strambe è dire poco...

    @ Mamma in pentola: vado in ordine :-) punto primo, ma qui non c'è latte in polvere!!! E' latte condensato quello normale. Secondo, ti posso offire un po' di Saudi Champagne se vuoi...ma dubito gradiresti :-)
    Terzo, darò un'occhiata :-)

    RispondiElimina
  103. @ garlutti: ciao a te e grazie :-)

    @ Edith Pilaff: no, però ti invito ad allenarti con me ;-)

    @ Claudia: se hai già fatto il dulce de leche ci vuole un attimo, solo mescolarlo alle mandorle e il più è fatto ;-)

    RispondiElimina
  104. mi incuriosisce molto questo dolcetto.... deve essere proprio buono!!!

    RispondiElimina
  105. grazie di esserti immolata per la nostra gola!! ha proprio un'aria sublime questo dolcino!!

    RispondiElimina
  106. noooo!!!ahahahah!!!che scena!!!e fortuna il dolce ad alleviare la secchezza delle vostre corde vocali!!!

    Ecco, per la minifetta lancerei una petizione perchè anche a me capita sempre la porzioncina mignon, l'unghia del mignolo della torta, ma non è giusto! Fette uguali per tutti!!! (adesso lancio una campagna con tanto di firme!)

    Resta il fatto che questa me la segno la copio, l'incollo, la scollo e me la piazzo sulla fronte perchè è una di quelle ricettuzze-jolly veloci (con la sfoglia surgelata) e di grandissimo effetto!!! :)

    PS: sai che ho rifatto la tua torta al limone caramellata!?Solo che anzichè la frolla l'ho piazzata in un guscio di biscotti sbriciolati+burro come per la cheesecake... è DIVINA!!! la "crema" al limone più buona che abbia mai mangiato!!! :)

    RispondiElimina
  107. Ciao araba felice....mi sa che e' la prima volta che vengo a trovarti nel tuo blog....mamma mia cosa mi ero persa!!!!!ahahaha che bella cena....sai anche io penso che a volte essere astemi non aiuti proprio!!!! Grazie per questa ricetta...ma sembra proprio facile...provero' a rifarlo sicuramente questo dolce....mi piace proprio!!! complimenti per il tuo blog....

    RispondiElimina
  108. E' un dolce che ho mangiato spesso in argentina....ed il bello è che ho pure la ricetta ma non l'ho mai preparato! Ho ancora del dulce de leche.....quindi non mi posso tirare indietro! Bravissima, baci.......anche per la pazienza che hai!!!

    RispondiElimina
  109. Che goduriaaaaa! buonissimo! amo la sfoglia da morire e poi dulce de leche e cioccolato.....non è adatto alla mia dieta, ma è un ottimo antidepressivo!! :D a te è venuto benissimoooo! assaggio la tua fetta in attesa di prepararne io una! complimenti! baci e buona domenica!

    RispondiElimina
  110. @ P&M: buono e' dire poco :-)

    @ Valeria: ne e' valsa la pena assolutamente!

    @ UnaZebrApois: la petizione la firmo subito, figurati. E grazie dell'idea che mi hai dato per il dolce!!!

    @ Nicoletta: grazie e benvenuta :-)

    @ Gianni: allora sai quanto e' buono!!!

    @ Meg: no, non e' da dieta, ma certo un pezzetto mini mini forse si puo' mangiare ;-)

    RispondiElimina
  111. E brava Stefania! Per questo dolce goloso e per l'MTC di Marzo: sapevo che prima o poi sarebbe toccato a te!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  112. Visto che ti sei sacrificata così tanto (ma solo a te capitano? ;-)...la farò. Già quando ho letto il titolo sapevo che sarebbe andata a finire così. Baci

    RispondiElimina
  113. Scommetto che ne è valsa la pena. Una fetta di questo dolce ripaga di tutte le stonature possibili. Magari muovendo solo la bocca ... forse la padrona di casa non se ne accorge ....

    RispondiElimina
  114. Une tarte des plus délicieuses. J'adore la confiture de lait. Avec le croustillant de la pâte feuilletée, c'est le bonheur.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  115. potevi allegare alla ricetta (divina) un file audio con le vostri voci che cantano cielito lindo....sai che spasso!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  116. Ma non è un dessert sudamericano? Allora il suo nome dovrebbe essere "Tarta de cajeta" o "Hojaldre (sfoglia) de cajeta". Qualunque sia il suo nome, la farò.

    Ho conosciuto il tuo blog per i commenti che lasci sul sito di José Manuel (asopaipas). Complimenti. Un blog davvero carino, oltre che divertente.

    RispondiElimina
  117. grazie per la ricetta! buonissima, fatta dalla mia compagna, ha riscontrato molto successo sia in famiglia che con gli amici.
    approfitto per chiederti se si possono cuocere più barattoli insieme e se devo allungare i tempi di cottura in pentola a pressione

    RispondiElimina
  118. @ Ale only kitchen: un grazie...doppio ;-)

    @ NIGHTFAIRY: lo so che ti piace, lo so...;-)

    @ Edda: evidentemente ...si :-)

    @ Forchettina Irriverente: mmmhh...troppo pochi i presenti per farla franca...

    @ Nadji: merci :-)

    @ Elena: oddio. Un fuggi fuggi dal blog, avrei provocato :-)

    @ Manuel: hai ragione, ma l'ho riportato con il nome "americanizzato" dalla mia collega...ciao e grazie :-)

    @ paolo de matteo: ho cotto al massimo due barattoli insieme nella pentola a pressione, non di piu'. Il tempo di cottura e' rimasto invariato.
    Mille grazie per aver provato il dolce!!!

    RispondiElimina
  119. Stella d'Oriente07 marzo 2012 15:55

    È da un po' che seguo il blog e anche se non ho mai scritto, lo trovo molto interessante e divertente. Mi è venuta voglia di provare questa tarte, ma mi è sorto un dubbio. Le mandorle da tostare devono essere quelle con la buccia o senza?

    RispondiElimina
  120. Senza buccia, gia' spellate.
    Ciao e grazie :-)

    RispondiElimina
  121. Fatto... e... FANTASTICO!!!!!! Una delizia da mandarti a gambe all'aria!! Era anche la prima volta che facevo il dulce de leche ed è venuto una favola! Ma non starò diventando brava?? Di sicuro tu sei bravissima a spiegare e le tue ricette sono grandiose! Grazie mille!!! Baci ML

    RispondiElimina
  122. Mi fa piacere, ML, questo è un dolce semplice ma che dà un sacco di soddisfazione ;-)

    RispondiElimina

Leggi i post precedenti: